DANZE RITUALI CHAM

 

I MONACI TIBETANI DI JHADEL KHANGTSEN
DEL MONASTERO DI SERA
IN ITALIA - Canti e Danze (cham) rituali

Programma della serata:

1 - Introduzione
Introduzione della serata, dei monaci e del loro tour

2 - Tashi sciolpa Danza dell'allegria e della felicità
Tasci sciolpa è un’antica danza di buon auspicio che viene eseguita in occasioni particolarmente importanti come l'inaugurazione di un luogo di culto o durante il ricevimento di un religioso, oppure anche durante il capodanno tibetano.

3 - Scia-cham  Danza del cervo
Le danze con le maschere ripropongono eventi storici e simbolici in cui l'elemento coreografico è particolarmente valorizzato. La danza del cervo è molto amata dal popolo tibetano per il ritmo.

4 - Scia-Nag  Danza del cappello nero
Considerata all'origine del Cham, questa danza è sicuramente una delle più belle.
E' eseguita da monaci che indossano splendidi abiti di broccato e portano il famoso cappello nero che ha dato il nome alla rappresentazione. Storicamente l'origine del Cham risale al IX secolo ed è attribuita ad un monaco, Lhalug Peldor,che salvò la fede uccidendo Langdharma il feroce persecutore del buddhismo. Questa danza spirituale meditativa aiuta a soggiogare e a neutralizzare l'influenza delle energie negative che emanano dalle persone e dall'ambiente.

5 – Tro Antica danza dei guerrieri
Seconda Parte

6 - Dur dag  Danza degli scheletri ovvero della distruzione dell’ego.
Danza molto importante in quanto rappresenta l’impermanenza.
E’ come una meditazione che consente di generare la consapevolezza della morte e quindi
l’esortazione a intraprendere un sentiero spirituale per vincere la morte.

7 - Yak cham Danza dello yak
Caratteristico episodio della vita nomade dei pastori tibetani e dello yak tipico animale del Tibet.

8 – Sing cham   Danza del Leone delle Nevi
Danza simbolica dei rari leoni della Terra delle nevi raffigurati anche sulla bandiera nazionale del Tibet, simbolo di metodo e saggezza, potere temporale e spirituale.

9 – Sem chie  Generazione della mente dell'Illuminazione
La base indispensabile della pratica spirituale buddhista è coltivare il pensiero esclusivamente altruistico, radice dei due sentimenti puri, l'amore e la compassione universale. Questo canto vuole permettere agli ascoltatori di generare un ispirazione positiva e avere una mente tollerante e pacifica.

10 – Canzone popolare tibetana
Inno nazionale del popolo tibetano

 

 

 
ASSOCIAZIONE CULTURALE APS
SENZA SCOPO DI LUCRO
VIA CASAMORATA, 2 - 47100 FORLI' (FC)
P.I. 03666350404
Tel.347-2723283 - email: info@ilcerchiodellavita.com