IL SEGRETO DEL SENTIERO TOLTECO


Gli insegnamenti di don Miguel Ruiz
                                     
di Claudia De Matteis

Introduzione
Teotihuacan, “il luogo in cui gli uomini diventano dei”, è il centro sacro dei toltechi che si trova a circa 50 chilometri a nord-est di Città del Messico, luogo dove era concesso loro di vivere dato il loro elevato stato di coscienza.
I Toltechi credevano che il Sole fosse la fonte dell’intelligenza nel sistema solare, noi tutti siamo quindi i figli del Sole, mangiamo luce e la stessa luce ci porta i suoi messaggi : “ Padre Sole porta luce e calore a madre Terra; Madre Terra crea la vita, il corpo mano e la mente.”
Secondo Miguel Ruiz noi siamo entrati nel Sesto Sole l’unidici gennaio 1992, giorno in cui l’energia solare ha subito un cambiamento : la vibrazione della nostra luce solare accelerò, diventando al tempo stesso più delicata.

La Via Tolteca (Il Viale dei Morti  la Via del Nagual)

Cercherò di descrivere brevemente il viaggio che gli apprendisti svolgono in questa città sacra, accompagnati dalle loro guide e dai loro maestri, alla ricerca della loro visione e del loro sogno, rispettando determinate tappe (10), che gradualmente portano ad una completa realizzazione spirituale e rituale. Questo viaggio è stato segreto per tantissimi anni ed è stato rivelato oggi in un’era di risveglio di quella parte di umanità in grado di avvertire questa nuova vibrazione.

         L’incontro con l’Angelo della Morte:
La benedizione che ci porta l’Angelo della Morte è così meravigliosa che vorremmo morire subito, ma se non impariamo a raggiungere il Paradiso qui sulla terra, non avremo più fretta di morire. Per diventare eterni basta essere se stessi e per farlo basta vivere nel presente: la nostra paura della morte è illusione. Tutto ciò che perdiamo porta con sé il nuovo. Se cerchiamo di resistere alla perdita, siamo morti. Soffriamo perché abbiamo paura di lasciarci andare. Quando ci arrendiamo abbiamo la gioia di esplorare: la felicità è non sapere cosa aspettarsi.
Il tempio di Quetzalcoalt:
Prima di iniziare il viaggio alla piramide di Quetzalcoalt (che rappresenta lo spirito di Dio) è bene osservare la testa del serpente piumato che fronteggia la piramide, ricordare che l’inferno esiste solo nella mente umana e che è un’illusione creata solo dalla paura. Ognuno di noi è intrappolato dalle illusioni, recluse il quel luogo mentale in cui ammassiamo tutto ciò che ci appartiene. Il primo compito, percorrendo il Viale dei Morti, è smettere di giudicare ed esorcizzare la Vittima che sta  nella vostra mente. “l’ isola  dell’inferno”  è circondata dal mare delle nostre paure, ciò che domina l’inferno è la paura. Ci troviamo nell’Isola dell’Inferno perché abbiamo paura di abbandonare i nostri attaccamenti. La cerimonia per liberarsi da tutto ciò consiste nel raccogliere 7 pietruzze con la mano sinistra (questa rappresentano le cose materiale che avete raccolto sulla vostra isola dell’inferno); poi raccoglietene altre 7 con la mano destra (queste rappresentano i vostri attaccamenti emozionali). Quando siete pronti a continuare la cerimonia, fate gradualmente cadere i sassi che tenete nelle mani mentre visualizzate il distacco dai legami materiali ed emotivi che vi costringono nell’inferno. Con questa cerimonia siete morti alla vostra vita passata: liberati dagli attaccamenti siete pronti ad uscire dall’inferno e a proseguire il viaggio lungo il corpo del Serpente, consapevoli della morte del vostro mondo dell’illusione.
         Il Luogo della Tentazione:
Un altro stadio del viaggio consiste nell’assumere il ruolo del guerriero spirituale per combattere contro gli ultimi e più tenaci attaccamenti, perché la tentazione di restare nell’isola dell’inferno è molto forte. Bisogna arrendersi alla morte. Ciò che è passato è morto. Sinchè non riusciamo ad arrenderci completamente alla morte, il serpente ci impedirà di andare oltre. Il rituale consiste nello scavare simbolicamente la vostra tomba, segnarla con una pietra e riconoscere il fatto di essere morti (il modo in cui conoscevate voi stessi è morto). Se in seguito vi sentirete in preda a problemi, tornate sulla vostra “tomba” e riacquistate la pace che scaturisce dal sapere che siete morti alle tentazioni e che siete liberi .
Il Luogo della Donna:
Nel Tempio  le donne celebravano le loro mestruazioni e il loro ciclo ovulatorio. Erano devote alla Luna e per questo erano sensibili alla luce lunare. Questo era il luogo della crescita spirituale e della trascendenza dove due erano i segni di energia spirituale: il pozzo che rappresenta la vagina (canale di nascita spirituale) e la doccia (scanalatura su un muro) che portava acqua dall’alto. Qui si celebrava il processo di riproduzione eterna: Madre Terra riceve il messaggio con la luce che viene dal Sole e ricopre “l’uovo dell’anima” con un corpo umano. Dentro l’uovo si trova la luce dello spirito, la luce-angelo inviata dal Sole. Ciò che noi siamo realmente è la riproduzione di angeli o la riproduzione di luce solare. Ognuno di noi è un angelo che sta crescendo in un uovo che è l’anima. Al tempo stesso abbiamo anche un uovo esterno ricolmo dello spirito che ci connette con l’intero cosmo in quanto siamo anche una forma materiale del nostro corpo. La cerimonia celebrata nel luogo della donna è una cerimonia di accettazione della dea che risiede in te: accettazione della donna che sei; accettazione della ragazzina che eri: accettarsi come moglie; accettarsi come madre; accettarsi come dea. Donna, tu sei l’essere che è la metà della riproduzione della vita, sei colei che porta il fuoco, sei colei che possiede la sensibilità di donarsi totalmente al suo sposo nel matrimonio, nella vita eterna.
Il Luogo dell’Acqua:
Qui la mente si dividerà in due. Le emozioni nate dall’amore verranno assorbite dalla vostra anima; le emozioni nate dalla paura torneranno all’inferno. Nel luogo dell’acqua abbandonate la vostra mente che non vi serve più: tutte le informazioni di cui avete bisogno si trovano nella vostra anima. Qui dovete abbandonare la conoscenza, l’ultima barriera che descrive un’illusione. Cercare di conoscere tutto è esattamente ciò che ci trattiene nella nostra evoluzione verso il Paradiso della Terra, una volta abbandonata la conoscenza non abbiamo più nulla da difendere. Qui la cerimonia consiste nel visualizzarsi ai bordi di una grande pozza d’acqua e ricordare che siamo fatti di acqua circa al 70%. Rimanda indietro ogni ultima traccia di emozioni negative al Mare dell’Inferno, prega Madre terra e offrile l’acqua del tuo corpo.
         Il Luogo dell’Aria:
Il simbolo di questo luogo, che rappresenta l’emergere dell’anima, è un uovo da cui sporge la testa di un aquilotto. Superate le vostre paure, le vostre emozioni dell’inferno, la vostra mente ed il vostro corpo, non siete altro che la vostra anima. Superate le polarità completate il processo di digestione nella cerimonia della respirazione, dove percepite l’aria che entra e che esce dal vostro corpo. Ricordate il vostro primo respiro, respirare è un modo di comunicare con Dio e di ripulire la Terra  e la sua atmosfera da ogni sua forma di inquinamento. Ricordate di essere grati al vostro respiro.
Il Luogo del Fuoco:
E’ qui che liberate il vostro spirito, diventate un tutt’uno con voi stessi e trovate la vostra divinità. La cerimonia di questo luogo consiste nel prendervi tutto il tempo che vi serve per sentire la natura maschile e femminile che identifica la forma fisica in cui abitate in questa vita. Riconoscete l’opposto del vostro genere forma una parte della vostra natura, della vostra personalità, della vostra mente interiore e del subconscio. Per avere successo in questo viaggio ogni partecipante deve raggiungere un senso di amore incondizionato per se stesso e per gli altri. Ognuno di voi può meditare sulla polarità di maschile e femminile che esiste all’interno di ogni persona. Costruite un ponte interiore per unire la vostra natura maschile a quella femminile.
         Il Luogo della memoria:
Nel luogo della memoria tutte le vite passate diventano una. L’angelo che è in voi cresce e crea un doppio eterico, che diventa il vostro veicolo per tutte le paure restanti. La cerimonia richiede di proiettare voi stessi il più ontano possibile nell’universo, di far crescere il vostro corpo di luce e di creare un doppio eterico di voi stessi. Concentratevi su questo clone e ditegli di estendersi sino ai punti più lontani dell’universo. Sarà il vostro doppio a trasportare le ultime vestigia di paure che vi sono rimaste attaccate.
         La Piramide della Luna:
Passata la Piramide del Sole, vi muoverete verso la  Piramide della Luna per sentire la sua energia femminile. Alla sua base offrirete a Madre Terra il vostro doppio eterico, il sacrificio per la vostra libertà, affinchè vi possiate ritrovare in uno stato puro e trasformato. Oramai voi e la vostra natura angelica siete un’unica cosa. Sentitevi trasformati, in questo luogo è possibile diventare il Maestro della trasformazione.
         Il Palazzo della Farfalla e il Palazzo del Giaguaro:
Per Miguel sono il Paradiso di Quetzalcoalt. Le due cerimonie che si svolgono di fronte ai loro grandi portali sono sacre. Il Palazzo della Farfalla è il luogo della comunione dell’Amore con il Sole, dove si sente l’energia (kundalini) nascere dalla spina dorsale, energia simile a quella contenuta nel Palazzo dei Giaguari, che contiene l’energia di tutti gli Avatar  che hanno vissuto sulla terra, che vi mette in contatto con il vostro Dio (qualunque sia la vostra religione). Il luogo più sacro di tutto il mondo è il Portale del Palazzo dei Giaguari di Teotihuacan. Durante la cerimonia basta porsi di fronte al Portale ed entrare in comunicazione a livello emozionale, con l’energia divina che questo luogo emana.
         La Piramide del Sole:
“Il processo finale nel Sentiero della Libertà, la padronanza dell’Intento, il luogo dedicato alla trascendenza dell’esperienza umana. Qui si fonde il proprio intento con l’intento di essere del Sole.” Utilizziamo la Piramide del Sole come fonte di comunicazione diretta tra la Terra ed il Sole. L’Intento della Piramide del Sole è aiutarvi a trovare la vostra vibrazione personale di luce tra tutto il fiume di luce che i maestri possono veder fluire tra il Sole e la Terra. Qui avrete la comunione con il vostro raggio di luce personale. La cerimonia della Piramide del Sole vede tutte le donne che cominciano a camminare verso destra e girano attorno alla piramide. Gli uomini girano attorno alla piramide verso sinistra. Normalmente, il lato destro è quello maschile e quello sinistro  il femminile, ma in questo caso utilizziamo deliberatamente il lato opposto del nostro genere. Questo passaggio risveglia la piramide. Mentre camminate potete percepire tre livelli di energia a velocità differenti: il primo è all’esterno della piramide, il secondo lungo il sentiero che state percorrendo, il terzo è la piramide stessa. Quando avrete raggiunto la cima la vostra percezione sarà cambiata. Qui troverete il vostro silenzio interiore. Diventare un vero guerriero è un processo doloroso, ma vi fa raggiungere la padronanza di questo livello di verità.

 

 

Letture consigliate:
         “ OLTRE LA PAURA ” Insegnamenti di don Miguel Ruiz
Un maestro dell’intento ci svela i segreti del sentiero tolteco
di Mary Carroll Nelson
Edizioni il Punto d’Incontro. £. 23.000

 

KANKA NAGI

 

 

 
ASSOCIAZIONE CULTURALE APS
SENZA SCOPO DI LUCRO
VIA CASAMORATA, 2 - 47100 FORLI' (FC)
P.I. 03666350404
Tel.347-2723283 - email: info@ilcerchiodellavita.com